Home > Docenti > Carolin Widmann

Carolin
Widmann

L’attività artistica di Carolin Widmann, musicista versatile, spazia dai grandi concerti classici a lavori scritti per lei, da serate da solista a un’ampia gamma di brani di musica da camera fino a esecuzioni su strumenti antichi in veste di direttrice e violino solista.
Carolin Widmann è stata insignita nel 2017 del Bayerischer Staatspreis für Musik per la sua personalità e le straordinarie doti musicali. Ha inoltre ricevuto l’International Classical Music Award (nella categoria «Concerto») per le sue registrazioni in veste di direttrice e violino solista dei Concerti per violino di Mendelssohn e Schumann con la Chamber Orchestra of Europe, pubblicati nel 2016 per ECM, che hanno riscosso grande successo di critica.
«Musicista dell’anno» agli International Classical Music Awards 2013, Carolin Widmann ha collaborato con le principali orchestre al mondo, tra cui i Berliner Philharmoniker, l’Orchestre de Paris, la Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks, la Royal Stockholm Philharmonic Orchestra, la Seattle Symphony Orchestra, la Sydney Symphony Orchestra, la Deutsches Symphonie-Orchester Berlin, la Gewandhausorchester, la Tonhalle-Orchester Zürich e l’Orchestra filarmonica ceca sotto la guida di direttori del calibro di Sir Simon Rattle, Riccardo Chailly, Sir Roger Norrington, Edward Gardner, Sakari Oramo, Vladimir Jurowski, Daniel Harding, Christoph von Dohnányi e François-Xavier Roth. Si è esibita nei principali festival, tra cui i Berliner Festspiele, Salzburger Festspiele, Lucerne Festival, Festival d’Automne, Ravinia Festival e i Festspiele Mecklenburg-Vorpommern. Nella stagione 2014/15, Carolin Widmann è stata Artist in Residence all’Alte Oper Frankfurt e si è esibita in numerosi concerti e serate di musica da camera, tra gli altri con l’Akademie für Alte Musik Berlin come direttrice e violino solista (con violino in corde di minugia). In quell’occasione ha inoltre presentato un nuovo Concerto per violino scritto per lei da Julian Anderson ed eseguito in prima assoluta al Southbank Centre con la London Philharmonic Orchestra diretta da Vladimir Jurowski.
Gli highlight della stagione 2019/20 comprendono nuovi inviti per la Deutsches Symphonie-Orchester Berlin, i Dresdner Philharmoniker, la BBC Symphony Orchestra di Londra e l’NDR Elbphilharmonie Orchester diretta da Alan Gilbert presso l’Elbphilharmonie di Amburgo e la Beethovenfest a Bonn. Carolin Widmann collaborerà ripetutamente con la São Paulo Symphony Orchestra per un progetto che la vedrà esibirsi come direttrice e violino solista; farà inoltre ritorno alla Alte Oper Frankfurt debuttando al violino barocco all’Accademia Bizantia. In questa stagione esordirà inoltre con l’Orchestre de Chambre de Paris, la Los Angeles Philharmonic Orchestra, la Mahler Chamber Orchestra e la Scottish Chamber Orchestra nonché con la Orpheus Chamber Orchestra per la sua prima esibizione a New York. Molto attiva nell’ambito della musica da camera, Carolin Widmann si esibisce regolarmente in importanti sale da concerto come la Wigmore Hall a Londra, la Bozar a Bruxelles, il Louvre a Parigi,
la Festspielhaus a Baden-Baden, la Philharmonie a Berlino e la Konzerthaus a Vienna. Nel 2018/19 ha tenuto una grande tournée di concerti in Nord e Sud America e si è esibita in un programma dedicato esclusivamente a Beetho-
ven alla Konzerthaus di Vienna nel quadro delle celebrazioni beethoveniane. Recente è infine la sua prima mondiale del Concerto per violino n. 2 di Jörg Widmann alla Suntory Hall di Tokio, che ha portato anche in Europa con l’Orchestre de Paris e l’Orchestra sinfonica della radio svedese diretta da Daniel Harding nonché con l’Orchestra sinfonica hr dell’Alte Oper sotto la guida di Andrés Orozco Estrada.
Le sue registrazioni delle sonate di Schubert e Schumann l’hanno portata alla ribalta in patria e all’estero e sono state premiate, tra le altre cose, con il Diapason d’Or e il Preis der Deutschen Schallplattenkritik. Nel 2006, il CD d’esordio di Carolin Widmann, ‘Reflections’, si è aggiudicato il premio annuale della critica tedesca. Nel 2013 è uscito il CD con il Concerto per violino di Morton Feldman registrato con l’Orchestra sinfonica hr diretta da Emilio Pomárico.
Carolin Widmann è particolarmente interessata alle collaborazioni interdisciplinari: si è esibita in concerti su coreografi e di Sasha Waltz (nel quadro della Mozartwoche di Salisburgo e durante la settimana inaugurale dell’Elbphilharmonie ad Amburgo), in un concerto da solista nello stadio di calcio di Francoforte nell’ambito di un progetto fi rmato Daniel Libeskind, e ha curato un programma di concerti per musei quali il Museum Ludwig di Colonia o il Museum für Moderne Kunst di Francoforte. Nel marzo 2019, Carolin Widmann ha collaborato a un progetto dell’artista Marina Abramović.
Nata a Monaco, Carolin Widmann ha studiato con Igor Ozim a Colonia, Michèle Auclair a Boston e David Takeno alla Guildhall School of Music and Drama di Londra. Dal 2006 è professoressa di violino alla Hochschule für Musik und Theater “Felix Mendelssohn Bartholdy” di Lipsia.
Carolin Widmann suona un violino G. B. Guadagnini del 1782.

Follow us